43 Utente Online
43 Utente Online
12 utenti sono su:
/forum-vecchio.php
3 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/_sys
2 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/nuseo
2 utenti sono su:
/meteosat.php
2 utenti sono su:
forum-vecchio.php
1 è sulla pagina:
news.php
1 è sulla pagina:
/news.php/bbs
1 è sulla pagina:
/album.php/technote7/album
1 è sulla pagina:
/album.php/vwar/album
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/skin
1 è sulla pagina:
/index.php/wordpress/wordpress/comandi
1 è sulla pagina:
/news.php/wp/images
1 è sulla pagina:
/news.php/skin
1 è sulla pagina:
/news.php/assets/bbs/skin
1 è sulla pagina:
/news.php/cms/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/includes
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php//include/inc_ext
1 è sulla pagina:
/news.php/classes
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/e107
1 è sulla pagina:
/album.php/bbs/album/bbs
1 è sulla pagina:
/news.php/technote7/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/assets
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/skin/board
1 è sulla pagina:
/news.php/php/images
1 è sulla pagina:
/news.php/skin/technote7
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/dompdf
1 è sulla pagina:
/news.php/e107/skin

 

 

BANNER

Dettaglio Notizia

L'assicurazione per il "casalingato"
Notizia inserita il 31 /01 /2008
Articolo letto 43731 volte

SOVERATO. Si è svolto presso l’istituto alberghiero di Soverato il convegno dedicato all’assicurazione sul lavoro in casa, per tutte le donne, uomini e studenti universitari, che trascorrano parte della loro giornata nel lavoro di “casalingato”.

 L’associazione regionale Federcasalinghe, in persona della sua brillante presidentessa, Anna Parrello, in collaborazione con l’Inail, ha organizzato un interessante convegno di presentazione per informare e far conoscere un’ assicurazione dai più ancora ignorata.

            La legge n. 493 del 1999 ha riconosciuto la dignità sociale e giuridica del lavoro domestico a titolo gratuito, per capirci le classiche faccende domestiche. Sono obbligati ad assicurarsi tutti coloro che, compresi in età tra i 18 e i 65 anni, uomini e donne, svolgano lavori casalinghi a tempo pieno, salvo naturalmente coloro i quali siano coperti da altra forma assicurativa, a titolo della propria professione o assicurazione privata.

A seguito di un infortunio domestico, certificato dal proprio medico curante o dall’ospedale, oggi si ha diritto ad una rendita quando l’invalidità è pari o superiore al 27%. Fino al dicembre 2006 tale limite era del 33%. A tutt’oggi si sta discutendo per cercare di far scendere ulteriormente la percentuale al 25%.

            L’assicurazione si paga tramite un bollettino di soli 12,91 euro e copre l’intero anno solare qualora la quota sia pagata entro il 31 gennaio del 2008. Questa esigua cifra permetterà a tutti coloro che svolgono abitualmente faccende domestiche di tutelarsi da eventuali infortuni che possono accidentalmente capitare fra le mura domestiche.

Nel corso dell’interessante convegno, la preziosa presenza della dott.sa Corleone dell’Inail e del dott. Galuppo, sovrintendente medico regionale, sono state indicate le piccole principali accortezze da tenere per evitare spiacevoli infortuni che in non rari casi sono stati anche gravi o mortali. Le stime parlano di 6 casi mortali di incidenti domestici dal 2006 ad oggi.

Sono esenti dal pagare la cifra di 12,91 euro, colori i quali abbiano un reddito inferiore a 4.648 euro annui e coloro i quali appartengono a nuclei familiare aventi un reddito inferiore a 9.296 euro. In questi casi è, però, necessaria un’autocertificazione che ne confermi l’idoneità.

Maggiori informazioni al riguardo sono reperibili sul sito www.inail.it e al numero verde 803.164.

           (da Calabria Ora del 31.01.2008)                     VITTORIA CORASANITI

 

 

 

 

Tutte le informazioni, le foto e le poesie sono state gentilmente concesse da alcuni paesani , ne è pertanto vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione.
Copyright © 2000-2005" La piazza di Davoli " di Stefano Procopio. Tutti i diritti riservati.