27 Utente Online
27 Utente Online
7 utenti sono su:
/forum-vecchio.php
3 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/technote7
2 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/_sys/_ext
1 è sulla pagina:
news.php
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/e107
1 è sulla pagina:
dedicato.php
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/bbs/
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/dompdf/images
1 è sulla pagina:
/news.php/cms
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php//components
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/skin/board
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/bbs/technote7
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/technote7/skin_shop
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/bbs
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/images
1 è sulla pagina:
/news.php/assets/bbs/skin/buzzard_espoon
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/dompdf

 

 

BANNER

Dettaglio Notizia

Un incendio distrugge un negozio
Notizia inserita il 04 /12 /2007
Articolo letto 41446 volte
I vigili del fuoco hanno lavorato per 8 ore
Un incendio distrugge un negozio di colori nel centro di Badolato

Francesco Ranieri
Badolato
Le fiamme sono divampate improvvise poco prima delle 8 del mattino e in pochi attimi hanno avvolto, divorandolo, il colorificio Art Color, di Pasquale Lentini. Una realtà produttiva a conduzione familiare molto nota, che da 15 anni aveva aperto i battenti in località "Secula" a Badolato Marina. E tanta paura anche per le due abitazioni del piano superiore, dove risiedono proprio le famiglie dei titolari.
L'incendio è partito dal reparto produzione, mentre Lentini era nell' ufficio adiacente. Le fiamme avrebbero aggredito un blocco di materiale plastico per imballaggio, avviluppando violentemente ogni cosa. A nulla è valso l'intervento del titolare con un estintore, l'incendio ha subito sprigionato un denso e acre fumo, rendendo l'aria irrespirabile. Le 2 squadre di vigili del fuoco, giunte da Soverato e Chiaravalle, capisquadra Cricelli, Garito e Gullì, hanno infatti dovuto indossare autoprotettori con bombole d'ossigeno e domare le fiamme non si è rivelata un'impresa facile. Il fuoco, del resto, è scoppiato nel reparto più a rischio dell'industria, nel magazzino di produzione, colmo di materiali infiammabili, dalla plastica dei contenitori e degli imballaggi alle vernici e ai solventi.
Il forte calore emanato dalle fiamme ha messo in crisi le strutture murarie, causando il crollo di una parete interna e provocando gravi danni anche al solaio. L'analisi della statica strutturale dirà ora se l'agibilità dei locali abitativi e produttivi sia compromessa o meno. Intanto, il lavoro dei vigili del fuoco, protrattosi per circa otto ore, si è rivolto anche alla messa in sicurezza dei locali. Il materiale è stato "smassato", si è cioè scavato in profondità per estinguere il focolaio fin dalla base. Quantificare il danno è ancora prematuro ma è ipotizzabile si tratti di svariate centinaia di migliaia di euro, senza tener conto poi della conseguente interruzione dell'attività produttiva. Sul posto è giunto anche il nuovo comandante della stazione dei carabinieri di Badolato. Sull'origine dell'incendio, i titolari escludono la matrice dolosa.

(dalla Gazzetta del Sud di martedì 4 dicembre 2007)

 

 

 

 

Tutte le informazioni, le foto e le poesie sono state gentilmente concesse da alcuni paesani , ne è pertanto vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione.
Copyright © 2000-2005" La piazza di Davoli " di Stefano Procopio. Tutti i diritti riservati.