39 Utente Online
39 Utente Online
15 utenti sono su:
/forum-vecchio.php
2 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/album
1 è sulla pagina:
news.php
1 è sulla pagina:
/news.php/ams
1 è sulla pagina:
/news.php/bbs/skin/images/images
1 è sulla pagina:
/news.php/bbs/bbs
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/modules
1 è sulla pagina:
/news.php/PURE/images
1 è sulla pagina:
/news.php/yabbse/components
1 è sulla pagina:
/news.php/nucleus/images
1 è sulla pagina:
/news.php/shop
1 è sulla pagina:
/news.php/site/santabarbara
1 è sulla pagina:
/news.php/skin/technote7
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/e107/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/images
1 è sulla pagina:
/index.php/skin/bbs/images/comandi
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/dm-albums
1 è sulla pagina:
forum-vecchio.php
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/admin
1 è sulla pagina:
/index.php/mambots/mambots/images/comandi/comandi
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/skin
1 è sulla pagina:
/album.php/mwchat/album/album
1 è sulla pagina:
/news.php/assets/_sys
1 è sulla pagina:
/index.php/modules/My_eGallery/images/comandi

 

 

BANNER

Dettaglio Notizia

Movimento Apostolico
Notizia inserita il 19 /11 /2007
Articolo letto 40497 volte
Chiesa Ogni mercoledì corsi di educazione alla fede nel seminario vescovile
Parte l'anno di catechesi al Duomo voluto dal Movimento apostolico

Dora Anna Rocca
Evangelizzare per cercare di "dare al mondo una nuova anima", questo l'impegno che Giovanni Paolo II, il 16 agosto 1987 nell'udienza privata a Castel Gandolfo, chiese ai responsabili del Movimento apostolico.
Per conoscere il Vangelo che è la carta d'identità di ogni cristiano è necessario conoscerne i contenuti, alla luce della sana dottrina della Chiesa. É per tale motivo che il Movimento apostolico programma ogni anno delle catechesi aperte a tutti, e nella Cattedrale cittadina con una solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Luigi Cantafora è stato inaugurato l'anno catechetico XXIII.
Gremita la Chiesa che, pur essendo molto grande, sembrava non contenere più le tante persone desiderose di partecipare ad un evento così importante. La massiccia presenza di tanta gente della diocesi e specialmente di tanti giovani, diviene testimonianza forte di una città che non accetta di essere segnalata solo per le cose negative. Anche se fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce, queste occasioni mettono in evidenza la presenza silenziosa di tante forze vitali che desiderano operare per il bene della città.
Il vescovo nella sua omelia, partendo dal concetto del vivere con gratitudine il cristianesimo, ha spiegato l'importanza di una vera conversione a Dio. Ha preso spunto dal brano evangelico letto durante la celebrazione riguardante dieci lebbrosi guariti da Gesù. Solo uno di questi, dopo la guarigione ritornerà indietro per ringraziare il Messia, gli altri si sono fermati alla guarigione del corpo. Il vescovo ha sottolineato quindi l'importanza di tornare al Signore: «Convertirsi non è solo cambiare vestito, ma diventare creatura nuova. Oggi c'è bisogno di questa fede che vada al cuore del vangelo e che porti ad una conoscenza amorosa del Padre e di suo Figlio Gesù. Catechesi significa fare questo viaggio di ritorno, permettere a Cristo che la sua vicenda diventi la nostra, che ci cambi la vita e ci doni un animo grato».
Un animo grato al Cristo del Vangelo è infatti ciò che spinge i vari aderenti del Movimento apostolico, dopo una costante preparazione alla luce del magistero della Chiesa ad inserirsi nei vari ambiti della parrocchia, ognuno secondo le sue possibilità e disponibilità di tempo.
La costante frequenza ai sacramenti e la recita del Rosario, sono d'aiuto in questo cammino fatto di essenza e non di apparenza. Il presule ha rimarcato quindi l'importanza della catechesi come strumento di formazione delle coscienze perché «il cristiano deve saper incidere nel tessuto sociale».
Gli incontri hanno quest'anno come tema "Gesù è il Signore". L'educazione alla fede, alla sequela, alla testimonianza e saranno tenuti ogni mercoledì alle 18.30 al seminario vescovile, nella sala Giovanni Paolo II, dal teologo Costantino di Bruno, assistente centrale del Movimento apostolico, che prima della celebrazione eucaristica ha inviato i saluti a Maria Marino ispiratrice e fondatrice del Movimento apostolico, ed ha espresso concetti importanti tra cui: «Gesù è il Signore, è questa la verità della nostra fede. La nostra salvezza è lui, è lui che bisogna seguire, testimoniare, annunziare. A lui portare ogni uomo».

(dalla Gazzatta del Sud di lunedì 19 novembre 2007)

 

 

 

 

Tutte le informazioni, le foto e le poesie sono state gentilmente concesse da alcuni paesani , ne è pertanto vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione.
Copyright © 2000-2005" La piazza di Davoli " di Stefano Procopio. Tutti i diritti riservati.