42 Utente Online
42 Utente Online
11 utenti sono su:
/forum-vecchio.php
3 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/_sys
2 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/nuseo
2 utenti sono su:
/meteosat.php
2 utenti sono su:
forum-vecchio.php
1 è sulla pagina:
news.php
1 è sulla pagina:
/news.php/bbs
1 è sulla pagina:
/album.php/technote7/album
1 è sulla pagina:
/album.php/vwar/album
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/skin
1 è sulla pagina:
/index.php/wordpress/wordpress/comandi
1 è sulla pagina:
/news.php/wp/images
1 è sulla pagina:
/news.php/skin
1 è sulla pagina:
/news.php/assets/bbs/skin
1 è sulla pagina:
/news.php/cms/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/includes
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php//include/inc_ext
1 è sulla pagina:
/news.php/classes
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/e107
1 è sulla pagina:
/album.php/bbs/album/bbs
1 è sulla pagina:
/news.php/technote7/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/assets
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/skin/board
1 è sulla pagina:
/news.php/php/images
1 è sulla pagina:
/news.php/skin/technote7
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/dompdf
1 è sulla pagina:
/news.php/e107/skin

 

 

BANNER

Dettaglio Notizia

Arsenale rinvenuto in un casolare abbandonato
Notizia inserita il 28 /09 /2007
Articolo letto 41478 volte
Davoli Dopo le segnalazioni al 112
Arsenale rinvenuto in un casolare abbandonato

Cesare Berone
SOVERATO
Un vero e proprio arsenale è stato rinvenuto dai Carabinieri della stazione di Davoli all'alba di ieri in un casolare abbandonato.
Il ritrovamento è frutto delle parecchie segnalazioni giunte al 112 che riferivano di movimenti sospetti nella zona di campagna al confine tra i comuni di Davoli e Satriano.
Senza esitare, gli uomini del maresciallo Sandro Pagano hanno effettuato controlli a tappeto nella zona segnalata, fino ad arrivare in un casolare abbandonato. Nel corso della perquisizione, i Carabinieri hanno notato la presenza di buste in plastica nascoste in una stufa a legna.
Dopo averle tirate fuori per verificarne il contenuto, gli uomini della Benemerita hanno trovato all'interno: una pistola a tamburo calibro 357 senza matricola; una pistola giocattolo calibro 7,65 smontata, con matricola abrasa e canna modificata in modo da poter funzionare; una cinquantina di cartucce a pallettoni cal. 12; circa 150 proiettili di vario calibro e un' ordigno esplosivo di fattura artigianale.
Dopo aver prelevato le armi e le munizioni, i Carabinieri hanno chiesto l'intervento degli artificieri del Gruppo Operativo di Vibo Valentia, che assieme ai militari hanno spostato la bomba in una zona di campagna nei pressi e l'hanno disattivata.
Secondo il racconto dei militari, il pericoloso ordigno era costruito con quasi mezzo chilo di polvere nera pressata confezionata e collegata ad una miccia, potenzialmente idonea a uccidere uno o più uomini.
Gli artificieri, dopo aver prelevato un campione della polvere nera, hanno fatto brillare l'ordigno, con un boato udito in tutta l'area circostante.
Spetta ora ai Carabinieri stabilire se le armi ritrovate sono servite a compiere qualche reato ed eventuali impronte digitali lasciate da incauti utilizzatori. Ciò sarà possibile solo dopo le perizie balistiche e gli altri accertamenti di rito.

(dalla Gazzetta del Sud di venerdì 28 settembre 2007)

 

 

 

 

Tutte le informazioni, le foto e le poesie sono state gentilmente concesse da alcuni paesani , ne è pertanto vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione.
Copyright © 2000-2005" La piazza di Davoli " di Stefano Procopio. Tutti i diritti riservati.