43 Utente Online
43 Utente Online
17 utenti sono su:
/forum-vecchio.php
2 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/images
1 è sulla pagina:
news.php
1 è sulla pagina:
/news.php/ams
1 è sulla pagina:
/news.php/bbs/skin/images/images
1 è sulla pagina:
/news.php/wp-content/assets
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/modules
1 è sulla pagina:
/news.php/site/santabarbara
1 è sulla pagina:
/news.php/bbs/skin
1 è sulla pagina:
/index.php/modules/images/images/comandi/comandi
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/bbs
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/album
1 è sulla pagina:
/news.php/bbs/bbs
1 è sulla pagina:
/news.php/PURE/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/admin
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/e107/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/dm-albums
1 è sulla pagina:
/index.php/skin/bbs/images/comandi
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/nuseo
1 è sulla pagina:
/news.php/yabbse/components
1 è sulla pagina:
/index.php/mambots/mambots/images/comandi/comandi
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/skin
1 è sulla pagina:
/album.php/mwchat/album/album
1 è sulla pagina:
/index.php/modules/My_eGallery/images/comandi
1 è sulla pagina:
/news.php/assets/_sys
1 è sulla pagina:
/news.php/shop

 

 

BANNER

Dettaglio Notizia

A fhera da ruga
Notizia inserita il 19 /08 /2007
Articolo letto 44229 volte
Davoli Nel centro storico rivivono gli antichi mestieri
Sant'Andrea vince la prima edizione del palio de "A fhera da ruga"

Massimo Ranieri
Davoli
Anche quest'anno "A fhera da ruga" può essere archiviata col sigillo dell'evento che ha riscosso tanti consensi. Il bilancio della nona edizione tracciato da Piera Procopio, presidentessa de "A ruga e Davoli", infatti, conferma il successo di una manifestazione che, nel territorio, si è consolidata sia per il numero di visitatori sia per il programma ricco e capace di nuove proposte.
"A fhera" è una rievocazione di quella più antica che venne autorizzata con decreto da Ferdinando IV di Borbone. Si tratta di una manifestazione dinamica e coinvolgente che invita e trascina a visitare uno dei pochi mulini ad acqua (1820) ancora esistenti, oppure a immergersi nei colori e nei fasti di un palio. E la celebrazione del palio è stata la novità dell'edizione 2007. A gareggiare per la conquista del drappo c'erano i cavalieri provenienti da altre "contrade": Badolato, Satriano, San Sostene, Sant'Andrea e Montepaone. E così la prima edizione del palio, dopo tensioni e affanni, è stata vinta dai cavalieri di Sant'Andrea.
La "fhera", però, palpita nel borgo antico. I vicoletti, silenziosi d'inverno, brulicano di gente richiamata da artigiani che la modernità ha eliminato dai suoi elenchi o che ha costretto a sopravvivere ai margini di un mercato che non dà spazio. C'era la bottega del fabbro, quella del casaro, della cartapesta (una tradizione davolese riscoperta e salvata, legata al carnevale), il forno a legna dove si poteva assaporare la fragranza del pane fatto in casa. Ma anche laboratori dove artisti-artigiani creavano micromosaici in vetro e intagliavano il legno d'ulivo. Grande suggestione, nella serata finale, dopo l'esibizione del gruppo folkloristico "Davoli Borgo", è stata prodotta dalla proiezione di documenti filmati che hanno mostrato la Davoli di "ieri".

(dalla Gazzetta del Sud di domenica 19 agosto 2007)

 

 

 

 

Tutte le informazioni, le foto e le poesie sono state gentilmente concesse da alcuni paesani , ne è pertanto vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione.
Copyright © 2000-2005" La piazza di Davoli " di Stefano Procopio. Tutti i diritti riservati.