40 Utente Online
40 Utente Online
10 utenti sono su:
/forum-vecchio.php
2 utenti sono su:
/news.php/nucleus/images
2 utenti sono su:
/news.php/yabbse/components
1 è sulla pagina:
/index.php/modules/images/comandi/comandi/comandi
1 è sulla pagina:
/news.php/assets/bbs
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/component
1 è sulla pagina:
sms.php
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/album
1 è sulla pagina:
news.php
1 è sulla pagina:
/index.php/include/plugins/comandi
1 è sulla pagina:
/index.php/skin/uks_gallery_v3010/comandi/comandi
1 è sulla pagina:
/news.php/skin/technote7
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/DEU/35534
1 è sulla pagina:
/index.php/skin/board/images/comandi/comandi
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php//bbs//
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/skin
1 è sulla pagina:
/index.php/lib/Loggix/comandi/comandi/comandi
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/e107/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php//_sys/_ext/skin
1 è sulla pagina:
/news.php/yabbse/bbs_sun
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/images
1 è sulla pagina:
/index.php/skin/bbs/images/comandi
1 è sulla pagina:
forum-vecchio.php
1 è sulla pagina:
/index.php/modules/My_eGallery/images/comandi
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/admin
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/_sys/_ext
1 è sulla pagina:
/album.php/mwchat/album/album
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/bbs
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/components

 

 

BANNER

Dettaglio Notizia

A.A.A. Forze dell'ordine cercasi!
Notizia inserita il 01 /05 /2007
Articolo letto 39390 volte
Davoli Anche il sindaco era intervenuto
I negozianti chiedono una maggior presenza delle forze dell'ordine

A.A.A. Forze dell'ordine cercasi! La formula è quella del più classico degli annunci, che sta a significare una presenza più massiccia di carabinieri e polizia a Davoli Marina. Lo hanno chiesto la gran parte dei commercianti che operano nel territorio e che, alla luce degli ultimi avvenimenti di criminalità, invocano la presenza dello Stato. Gli operatori economici, in sostanza, non si sentono del tutto tranquilli e protetti dalle forze dell'ordine, che malgrado il lavoro quotidiano non riescono a controllare "in toto" le attività commerciali, spesso nel mirino dei malviventi. Furti, rapine, scippi ed altro hanno fatto in modo da far salire il livello di guardia dei negozianti che, non sapendo a quale santo rivolgersi, hanno preferito rivolgersi alla Gazzetta del Sud per ribadire la necessità di una presenza più capillare e costante di carabinieri, specialmente, nel tratto urbano della 106, dove sono ubicati la gran parte dei negozi.
«Non possiamo lavorare con la paura – sostengono – e vivere nel terrore pensando che da un momento all'altro in magazzino possa entrare qualcuno per rubare o rapinare. I carabinieri della stazione di Davoli, per la verità, fanno quello che possono e garantiscono al meglio l'ordine pubblico. Il vero problema è che sono in pochi. Solo cinque uomini in un territorio vasto come quello di Davoli, non riescono a far fronte alla consistente mole di lavoro che lo stesso territorio richiede. Chiediamo, perciò, a chi di competenza di non sottovalutare il problema ma di prendere delle decisioni che vadano nella direzione di un aumento di carabinieri da destinare alla stazione di Davoli».
Problema, sollevato, giorni fa, anche dal sindaco Cosimo Femia il quale faceva appello al Ministero della difesa ed al Comando generale per adottare delle decisioni in merito.
Tornando alla protesta dei commercianti, c'è da registrare che molti di loro la sera prima di chiudere i negozi, per timore di qualche rapina, sono costretti a rivolgersi a Istituti di vigilanza privati per protezione, pagando ogni mese fior di quattrini. Ora si spera che i segnali concreti non tardino ad arrivare, per il bene della comunità e dei commercianti di Davoli. (c.b.)

(dalla Gazzetta del Sud di martedì 1 maggio 2007)

 

 

 

 

Tutte le informazioni, le foto e le poesie sono state gentilmente concesse da alcuni paesani , ne è pertanto vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione.
Copyright © 2000-2005" La piazza di Davoli " di Stefano Procopio. Tutti i diritti riservati.