37 Utente Online
37 Utente Online
9 utenti sono su:
/forum-vecchio.php
2 utenti sono su:
forum-vecchio.php
2 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/_sys/_ext
2 utenti sono su:
/news.php/skin
2 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/component
2 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/assets
1 è sulla pagina:
/news.php/santabarbara
1 è sulla pagina:
index.php
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/dompdf
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/bbs
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/components
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/ktmllite/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/album
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/_sys
1 è sulla pagina:
news.php
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/modules/url(res:
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/skin
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/e107
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/bbs/technote7
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/appserv/images
1 è sulla pagina:
/album.php
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/modules
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/e107/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/images

 

 

BANNER

Dettaglio Notizia

l'amministrazione è ad un passo dal dissesto
Notizia inserita il 20 /04 /2007
Articolo letto 38763 volte
Il sindaco Femia: l'amministrazione è ad un passo dal dissesto finanziario

Cesare Barone
Soverato
A distanza di pochi mesi dalla scadenza del contratto con la "Schillacium", la società a capitale misto (51% pubblico – 49% privato ) che espleta il servizio di raccolta e spazzamento dei rifiuti solidi urbani in trenta comuni del basso jonio soveratese, tutti i Comuni che rappresentano i soci di maggioranza stanno valutando se è il caso o meno di effettuare la ricapitalizzazione aziendale. Il comune di Davoli, guidato dal sindaco Cosimo Femia, a causa delle enormi difficoltà finanziarie che sta vivendo dovute, in primis, alle condanne del giudice di pace sul fronte dei canoni acqua, pare che non possa aderire alla manovra finanziaria. Il primo cittadino, a tal proposito, ha inteso ribadire l'impossibilità dell'ente a far fronte ad altri pagamenti e, nello stesso tempo, ha ricordato le opportune modifiche da apportare alla società mista.
«Nella situazione in cui siamo – ha detto Femia – si può quasi affermare che il comune è in dissesto finanziario. Tutto è legato alla decisione del giudice di pace e del Tribunale amministrativo della Calabria che ha accolto la nostra sospensiva per quanto attiene il pagamento dei risarcimenti dei canoni acqua. Fino a quando ciò non sarà chiarito, non possiamo prendere impegni di accollarci altri debiti, in quanto aumentare il capitale sociale della "Schillacium" vuol dire, in sostanza, effettuare nuovi apporti di denaro. Siamo coscienti come amministrazione comunale che la società consortile abbia fatto passi da gigante in termini di prestazioni e organizzazione del servizio. La gestione, evidentemente, del nuovo presidente Giulio Moraca e dell'Amministratore delegato Luciano Costanzo sta dando i suoi frutti. Se fossimo stati nelle condizioni, certamente, avremmo aderito per la capitalizzazione aziendale, anche se andava necessariamente accompagnata da altri atti contabili. Un piano industriale di rilancio, una maggiore organizzazione del servizio e delle risorse umane sul territorio e, non ultimo, il potenziamento della raccolta differenziata, ancora non perfettamente a regime». Cosimo Femia ha quasi preannunciato lo stato di dissesto finanziario, se il Tar e il giudice di pace procederanno a condannare l'ente al pagamento dei risarcimenti per i canoni acqua nei confronti dei cittadini che hanno fatto ricorso. Se così fosse, per il comune saranno tempi duri e si andrà verso il vero e proprio dissesto.

dalla Gazzetta del Sud del 18/04/2007

 

 

 

 

Tutte le informazioni, le foto e le poesie sono state gentilmente concesse da alcuni paesani , ne è pertanto vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione.
Copyright © 2000-2005" La piazza di Davoli " di Stefano Procopio. Tutti i diritti riservati.