27 Utente Online
27 Utente Online
9 utenti sono su:
/forum-vecchio.php
3 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/technote7
2 utenti sono su:
/forum-vecchio.php/_sys/_ext
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/e107
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php//_sys/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/bbs/
1 è sulla pagina:
news.php
1 è sulla pagina:
dedicato.php
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/technote7/skin_shop
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/skin/board
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/bbs/technote7
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/bbs
1 è sulla pagina:
/news.php/assets/bbs/skin/buzzard_espoon
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/images
1 è sulla pagina:
/forum-vecchio.php/dompdf

 

 

BANNER

Dettaglio Notizia

Inchiesta Poseidone
Notizia inserita il 11 /04 /2007
Articolo letto 39949 volte
Inchiesta Poseidone Slitta la trattazione del caso al Csm
Interrogazione di Falomi a Mastella sull'indagine tolta a De Magistris
Betty Calabretta
catanzaro
È slittata ieri al Csm la trattazione del fascicolo sugli uffici giudiziari di Catanzaro e sulla querelle tra il procuratore Mariano Lombardi e il sostituto Luigi de Magistris originata dall'inchiesta Poseidone che vede inquisito tra gli altri il senatore di Forza Italia Giancarlo Pittelli. Motivo del rinvio, probabilmente a domani, l'assenza del presidente della Prima Commissione, che si sta occupando del caso, il laico di An, Gianfranco Anedda. Sulla decisione avrebbe influito anche il fatto che la procura di Salerno – che indaga sulla presunta fuga di notizie inerente alcuni atti dell'inchiesta e segnalata dallo stesso de Magistris - non avrebbe ancora mandato le informazioni e gli atti chiesti da Palazzo dei marescialli.
Intanto al ministro della giustizia Clemente Mastella, che ha già disposto una nuova ispezione nella procura catanzarese, è stata rivolta ieri un'interrogazione dal deputato di Rifondazione comunista, Antonello Falomi. Mastella viene invitato a «diradare la coltre di illazioni, di dubbi, di sospetti» che è stata sollevata sull'inchiesta Poseidone. Allo scopo di tutelare le persone coinvolte, Falomi chiede a Mastella di intervenire «al fine di rendere pubblici tutti gli atti che hanno portato alla decisione del procuratore della Repubblica di Catanzaro di revocare al dott. De Magistris la titolarità dell'inchiesta». Il parlamentare ripercorre le tappe della vicenda, ricordando che il 29 marzo il procuratore Lombardi ha revocato al suo sostituto De Magistris «la delega relativa alla inchiesta che riguarda la gestione di 864 milioni di euro per la costruzione in Calabria di decine di depuratori che, secondo l'accusa, sarebbe stata pesantemente condizionata da una consorteria di parlamentari, industriali, generali, amministratori pubblici, finalizzata a pilotare appalti, decidere nomine, distrarre fondi pubblici». «La decisione di Lombardi – prosegue il parlamentare – ha suscitato tra i magistrati di Catanzaro e nell'opinione pubblica un vivo allarme circa le motivazioni che hanno spinto il procuratore a togliere al suo sostituto un'inchiesta che vede come imputati uomini politici nazionali e locali, professionisti, manager, industriali, amministratori pubblici».
Intanto sono oltre 500 le adesioni alla petizione promossa da una serie di associazioni della società civile a favore del pm de Magistris. Lo rendono noto i promotori dell'iniziativa tra i quali figurano Calabrialibre, il movimento dei ragazzi di Locri "E adesso Ammazzateci tutti", Fare Verde Calabria, Associazione Studenti in Movimento, Npa Nuovo partito d' Azione. «Sono un fiume in piena - fanno sapere i promotori - le sottoscrizioni a difesa dei giovani magistrati calabresi che hanno aperto uno squarcio su uno scenario inquietante» dove «poteri forti e trasversali si sono insinuati e propagati dappertutto, palazzi di Giustizia compresi».

(dalla Gazzetta del Sud di mercoledì 11 aprile 2007)

Anche noi dello Staff Sansostene.com abbiamo aderito alla petizione !
Se sei contro i soprusi della 'ndrangheta , della Massoneria deviata e della Politica corrotta aderisci anche tu alla petizione

 

 

 

 

Tutte le informazioni, le foto e le poesie sono state gentilmente concesse da alcuni paesani , ne è pertanto vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione.
Copyright © 2000-2005" La piazza di Davoli " di Stefano Procopio. Tutti i diritti riservati.